Chiara Scarpone, diplomata all'Accedemia di Belle Arti di Foggia nel 2010, da anni porta avanti e incorpora, nel suo personale stile figurativo, elementi che rimandano ad un primitivismo di matrice folklorica, traendo dalle culture del centro e sud Italia e dalle Americhe la sua principale fonte di ispirazione. Poliedrica, si esprime nel figurativo come nel canto. Nel 2012 dà vita a Molicanto, un progetto di "mostre cantate" dove ogni opera è collegata ad un canto che durante l'inaugurazione viene eseguito rendendo così lo spettatore partecipe delle storie e dei racconti che danno vita ad ogni singola opera. Molicanto nel tempo diventa sempre di più vero e proprio progetto musicale di riscoperta e interpretazione della musica popolare non solo italiana, senza però tralasciare l'aspetto figurativo che è fondamentale in ogni spettacolo live e che si avvale di proiezioni o mezzi più tradizionali come tele e crankie. Molti sono i musicisti e gli amici con i quali Chiara collabora in questo progetto, Tommaso Dionisi, Antonio Petitto e soprattutto Cinzia Minotti e Peppe Ponzo fondatori dell'associazione Alberi Sonori (www.alberisonori.it)